I dati mostrano che Bitcoin ha un modello di netta correzione dopo che l’interesse aperto sui futures di BTC ha raggiunto il miliardo di dollari.

C’è stato un tempo in cui la borsa dei derivati BitMEX regnava sovrana rispetto alle altre borse, e la società ha effettivamente detenuto una quota di mercato del 50% fino al luglio 2019. Per questo motivo, i trader hanno tenuto d’occhio ogni indicatore collegato a BitMEX, compreso il suo tasso di finanziamento, l’interesse aperto e la base.

L’interesse aperto misura il numero totale di contratti detenuti dai partecipanti al mercato. Quando la cifra aumenta, aumenta anche la dimensione potenziale delle liquidazioni. Il 2 agosto, un crollo di 1.400 dollari è avvenuto mentre 1 miliardo di dollari in contratti futures sono stati chiusi con forza a causa di margini insufficienti.

Anche se non c’è un numero magico, i trader tendono a diventare traballanti dato che l’interesse aperto si avvicina a 1 miliardo di dollari, causando un fenomeno Cryptosoft a cui alcuni trader si riferiscono come il fantasma di BitMEX. Questo è diventato evidente durante la seconda metà del 2019, quando si è verificato un massiccio crollo dei prezzi Bitcoin in sette diversi casi in cui l’interesse aperto raggiunge il miliardo di dollari.

Il rischio percepito associato ad un elevato interesse aperto dipende da quanto è liquido il sottostante. Durante il terzo trimestre del 2019, il volume regolare di Bitcoin sugli scambi spot è stato in media di 2,4 miliardi di dollari al giorno. Pertanto, un singolo contratto per un totale del 42% del volume di Bitcoin sembrava abbastanza consistente.

Come mostra il grafico qui sopra, non c’è dubbio che l’interesse aperto vicino a 1 miliardo di dollari sia coinciso con i relativi crolli dei prezzi da luglio a settembre. Vale la pena notare che un numero notevole di contratti in gioco non può essere considerato rialzista o ribassista.

La seconda metà del 2019 è stata per lo più ribassista

La seconda metà del 2019 è stata piuttosto dura per le valute criptate, e come la maggior parte degli investitori ricorderà, anche il presidente Trump ha pubblicamente colpito la Bitcoin, come riportato dal Cointelegraph. Tutto questo è accaduto mentre il Segretario del Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin chiedeva un’ulteriore regolamentazione e supervisione del settore.

Il grafico qui sopra mostra molto meglio il dettaglio di quanto fosse rilevante la quota di mercato del 40% di BitMEX all’epoca. Una singola borsa deteneva un interesse aperto equivalente alla metà del volume spot giornaliero di Bitcoin.

Avanti veloce fino al 2020, e BitMEX è stata detronizzata da OKEx, dove l’interesse totale aperto sui futures perpetui e a mese fisso ha superato 1 miliardo di dollari il 25 luglio.

Gli altri concorrenti hanno continuato ad aumentare la loro quota, ma solo di recente il Chicago Mercantile Exchange (CME), Binance e Bybit sono riusciti a rompere la barriera psicologica del miliardo di dollari.

Il mercato di oggi assomiglia marginalmente al 2019, ma con meno rischi

Stranamente, questo è successo il 20 novembre, appena quattro giorni prima del crollo del 16% a 16.334 dollari. Il totale dei futures aperti a settembre 2019 ammontava a 3 miliardi di dollari per mettere le cose in prospettiva. Questa volta, quattro borse sono riuscite a rompere la barriera del miliardo di dollari.

Anche se l’interesse dei futures aperti è cresciuto fino a 7,4 miliardi di dollari, lo stesso vale per il volume medio giornaliero sulle borse spot regolari, dove la cifra ora è di 3,5 miliardi di dollari. Quindi, a differenza dell’anno precedente, una singola borsa con un interesse aperto di 1 miliardo di dollari non dovrebbe sollevare le sopracciglia come nel 2019.

Riassumendo, i mercati sono cresciuti e si sono sviluppati al punto che il fantasma di BitMEX non c’è più, ma potrebbe essere stato sostituito da un fenomeno simile che si verifica quando quattro borse attraversano la soglia di un miliardo di dollari di futures aperti.

Indipendentemente da ciò, d’ora in poi si dovrebbe tenere d’occhio un tale indicatore, poiché queste quattro borse hanno sostituito BitMEX come leader di mercato. Combinate, Binance, CME, OKEx e Bybit detengono oltre la metà dell’interesse aperto dei futures. Anche se una tale coincidenza è accaduta solo una volta, in effetti imita l’effetto di 1 miliardo di dollari del passato.

Le opinioni e le opinioni qui espresse sono esclusivamente quelle dell’autore e non riflettono necessariamente le opinioni del Cointelegraph. Ogni investimento e mossa di trading comporta dei rischi. Quando si prende una decisione, è necessario condurre una ricerca personale.

Comments are closed.